Visualizza i componenti

 

 

La nostra storia

La Banda Città di Tagliacozzo, fondata nell’anno 1731, è una delle più antiche della Regione Abruzzo. Da fonti storiche sembra, addirittura in data antecedente, che essa sia stata il I Concerto Musicale della Provincia dell’Aquila.

Il suo curriculum è caratterizzato da successi tra i quali spiccano alcune esibizioni esaltanti: nel 1806 la troviamo presente nell’ambito dei festeggiamenti organizzati per salutare il passaggio di Giuseppe Bonaparte; nel giugno del 1832 si esibisce ancora in onore del re Ferdinando II; il 28 luglio 1888, in occasione dell’inaugurazione del tronco ferroviario Roma-Sulmona, è presente al passaggio del primo treno – con sosta a Tagliacozzo – che porta ministri ed alte cariche dello Stato; il 9 giugno 1889 a Roma presta servizio per l’inaugurazione del monumento al filosofo Giordano Bruno; il successo del Complesso è tale da essere nominato da tutti i giornali della Capitale.

Alla direzione si sono alternati i nomi dei più prestigiosi maestri di banda: Isaia Colasanti, Pietro De Benedictis, Lorenzo Pupillo, Gualacci e Sarocco.

Dal 1886 Tagliacozzo ebbe addirittura due bande, una denominata “Municipale” e l’altra “Cittadina”, che al fine di evitare la persistenza di pericolose rivalità, furono successivamente riunificate sotto la direzione del maestro De Benedictis.

Il nuovo Complesso nel settembre 1894 riscosse immediatamente un grande successo, classificandosi al secondo posto, su 28 partecipanti, in un Concorso Bandistico Nazionale svoltosi a Roma. In questa occasione fu nominato dai cittadini della Capitale “Concerto degli aranci” per il colore della sua uniforme. Nel periodo tra le due guerre la sua fama si consolidò in campo nazionale, sotto la guida dei maestri Giovanni Mampieri ed Egidio Ferretti, al quale successe il tagliacozzano Umberto Rubeo. Costretta ad interrompere la propria attività durante il secondo conflitto mondiale, la banda si ricostituì ufficialmente nel 1946, per iniziativa di Cesare Maussier e venne affidata al maestro Lacerenza e successivamente a Naddeo, ottenendo sotto la direzione di entrambi brillanti risultati.

Il complesso cittadino venne successivamente diretto dai maestri Mario Romano, Raffaele Di Benedetto e Rolando Rubeo, ma non si riuscì, per l’insorgenza di problemi di varia natura, a creare una scuola stabile di musica, dalla quale attingere ai fini del rilancio del Complesso Bandistico di Tagliacozzo.

Finalmente nel febbraio del 1983, per fattiva opera di un gruppo di appassionati, iniziò un corso di Educazione Musicale, diretto dal M° Erasmo Minuti, il quale affiancato inizialmente dal M° Antonio Imparato, mise subito in evidenza una profonda competenza unitamente ad un profondo amore per l’insegnamento. La piena riuscita dell’iniziativa indusse immediatamente il primo Consiglio Direttivo dell’Associazione Musicale “Città di Tagliacozzo”, Amore Morgante, Carlo Chicarella, Pasquale Amicucci, Teodoro Di Lorenzo, Domenico Ravioli, Giuseppe Berardini,Fiorenzo Venturini,a ricostituire il locale Complesso Bandistico, con la partecipazione di giovanissimi allievi che avevano frequentato il corso nonché dei musicanti anziani, ai quali stava a cuore la ripresa dell’attività della Banda, che si classificò al primo posto, il 15 settembre 1991, nel Concorso promosso dalla Regione Abruzzo e riservato a formazioni musicali abruzzesi non professionistiche. Da allora e fino al 2002 il Complesso Bandistico di Tagliacozzo è stato diretto dal maestro Erasmo Minuti, ottenendo in ogni esibizione lusinghieri giudizi di pubblico e di critica. Il Presidente è Carlo Chicarella.I predecessori sono stati Amore Morgante,Prof.Domenico Amicucci,Fiorenzo Venturini,Angelo Amicucci.Negli ultimi anni, infine, la direzione della banda cittadina è stata affidata, a causa delle cagionevoli condizioni di salute del maestro sopra citato, al vice maestro Roberto De Sanctis, efficacemente coadiuvato da due allievi diplomati al Conservatorio “A. Casella” di l’Aquila: Alberta Tabacco e Paolo Casale.

Oggi il Complesso è diretto dal Maestro Direttore Alberta Tabacco coadiuvato dal Maestro Collaboratore Paolo Casale e conta un organico di 67 elementi effettivi, molti dei quali frequentano il Conservatorio “A. Casella”, parecchi si sono diplomati a pieni voti.

Commenta

Devi essere loggato per inserire un commento.